The power of sound

I've had this acoustic guitar since 1978... I've only gotten marginally better at playing in that time.

La musica è una delle forme d’arte più antiche di sempre. Ha sempre fatto parte del retaggio culturale di ogni popolazione, caratterizzandola. Abbiamo assistito alla sua evoluzione con lo svilupparsi di strumenti musicali sempre più complessi. Molte persone ne hanno fatto una delle principali ragioni di vita, l’hanno accolta e sono cresciuti con lei. Oggi li chiamiamo artisti, oggi hanno il nome di Mozart, Beethoven, o di Pavarotti, giusto per citarne qualcuno. Penso siano stati fortunati ad averla come fedele compagna. Loro hanno scelto lei, lei ha scelto loro, elevandoli a grandi maestri. Credo però che anche ognuno di noi possa sceglierla ed essere scelto nel suo piccolo, perché l’arte non appartiene mai solo a qualcuno in particolare, è di tutti. Quindi si, appartiene anche a noi.

Non serve fare un grande sforzo mentale per pensare a quante volte ricorriamo a lei, basta pensare a quando in macchina accendiamo la radio, o alla playlist che mettiamo sul lettore mp3 quando andiamo a correre e potrei continuare ancora nel farvi pensare a momenti della vostra vita in cui entrate in contatto con lei. Poterla ascoltare, viverla, permetterle di far vibrare il nostro corpo è un privilegio. Non credete sia meravigliosa la sintonia che si crea tra noi e lei? Accompagna i nostri momenti più felici e quelli più tristi. E’ una terapia per il nostro corpo e per la nostra mente, nutre la nostra anima, donandoci una delle esperienze più belle che possiamo vivere.

Per me la musica ha un potere magico, mi permette di vivere i ricordi, di ripercorrere emozioni anche se passate, è questa una delle cose che più apprezzo di lei. Succede anche a voi? Musica e fotografie sono mezzi di trasporto nel tempo potentissimi. Poter rendere eterni istanti inesorabilmente destinati a terminare, è una capacità straordinaria. Le note musicali sono in grado di diffondersi nei luoghi e nel tempo senza togliere spazio a nessuno, senza invecchiare, sanno donarci ossigeno in più per respirare e giri in più di clessidra che altrimenti non avremmo. Se la musica fosse una persona le direi grazie, per tutta l’energia che mi dà, per la voglia di ballare che mi trasmette, per ogni stimolo positivo che mi infonde, per avermi abbracciata nei momenti tristi, per avermi consolata e per aver portato vicino a me persone che in quel momento non potevano fisicamente tenermi la mano.


Se fosse davvero una persona,voi cosa le direste? Come la vivete ogni giorno, amate averla sempre come sottofondo durante le vostre giornate?
Parliamone insieme in questo break time, lasciate i vostri commenti qui sotto o sotto al post pubblicato sulla nostra pagina Facebook.

Precedente Coppette pan di stelle Successivo Scaloppine Fast and Furious

6 commenti su “The power of sound

  1. Sabrina B. il said:

    Se torno indietro con i ricordi non ho memoria di momenti, di incontri e di sensazioni senza una musica di sottofondo. Pensa che ho un paio di canzoni di cantanti americani che non ascolto perchè in quel momento mi è successo una cosa brutta e per scaramanzia, li evito. La mia vita sarebbe diversa senza la sua esistenza ….

    • cheffando il said:

      E’ proprio così cara Sabrina, la nostra vita sarebbe diversa senza l’esistenza della musica, senza quelle note che ci hanno accompagnato in momenti belli o brutti della vita. Magari un giorno riuscirai a riascoltare quelle canzoni, e perché no, a trarne forza, l’importante è scegliere sempre la musica giusta, quella la cui compagnia ci fa sentire bene con noi stessi.

      Grazie per essere passata e aver condiviso con noi il tuo pensiero, a presto 🙂

  2. Ciao Elena,
    anche per me la musica è una compagna insostituibile, mi serve per ispirarmi, rilassarmi, concentrarmi su determinate sensazioni.. diciamo che è sempre stato così fin da quando ero piccola, anche per merito di mia mamma, che amava farmi ascoltare di tutto, soprattutto musica classica ma non disdegnava ogni genere, ho letto una volta un libro bellissimo di cui non ricordo il titolo, che proponeva la musica come unico vero veicolo di fratellanza universale… 😀 Meglio di così 🙂

    Ciao a presto, Mary di Blogghidee alias Ximi ahaha 🙂

    • cheffando il said:

      Ciao Mary, intanto sia io che Alessandro ti ringraziamo per il commento, il bello di questa sezione è proprio il poter condividere idee e pensieri insieme! Ecco, hai fatto luce su un aspetto a cui non stavo pensando, il fatto che spesso è proprio qualcuno a cui teniamo tanto, come una mamma, a darci l’imput per avvicinarci alla musica o a suoi particolari generi. Questo aspetto rende ancora più speciale il legame che si crea tra noi e la musica, non credi?! 🙂 Inoltre devo dire che è molto bello il messaggio che trasmette questo libro che hai letto, spero che la musica possa sempre più unire le persone.

      A presto, un saluto affettuoso 😀

  3. La musica ha davvero un grande potere, adoro ascoltarla in qualsiasi momento della giornata, almeno quando mi è possibile… è lei che mi trasmette le energie giuste mentre
    scrivo. A volte mi ritrovo a sognare semplicemente a occhi aperti XD

I commenti sono chiusi.